DocentiGenitori-AlunniNews

CURRICULUM STUDENTE

Con il Curriculum dello studente si introduce nel secondo ciclo di istruzione, a partire dal corrente anno scolastico, un documento di riferimento fondamentale per l’esame di Stato e per l’orientamento dello studente. Il Curriculum è allegato al diploma e deve essere rilasciato a tutti gli studenti che lo conseguono, siano essi candidati interni o esterni.

Il curriculum è un documento diviso in tre parti:

1)Istruzione e formazione

La compilazione di questa sezione è a cura della scuola. Contiene il profilo scolastico dello studente, le competenze, le conoscenze e le abilità acquisite in ambito formale e relative al percorso di studi seguito.

2) Certificazioni

Questa sezione comprende tutte le certificazioni linguistiche, informatiche etc. conseguite dallo studente nel suo percorso scolastico, riconosciute dal MIUR e rilasciate da un ente certificatore.

3) Attività extrascolastiche

Questa è la sezione che deve compilare lo studente e contiene le informazioni sulle competenze, conoscenze e abilità acquisite in ambiti informali e non formali. Si tratta di attività professionali, culturali, artistiche e di pratiche musicali, sportive e di volontariato, svolte in ambito extrascolastico. Le indicazioni operative, arrivate dopo una gestazione piuttosto lunga, mettono fine al clima di incertezza delle scuole.

L’introduzione del Curriculum dello studente coinvolge:

Per attivare il Curriculum studenti è necessaria l’urgente registrazione entro domenica 11 Aprile 2021 da parte degli studenti come da indicazioni  riportate nella seguente guida

Videoguida studenti 1 Come registrarsi ed accedere alla piattaforma Curriculum dello studente

Gli Esami di maturità si arricchiscono del Curriculum dello studente, un documento rappresentativo dell’intero profilo dello studente che riporta al suo interno le informazioni relative al percorso scolastico, le certificazioni conseguite e le attività extrascolastiche svolte nel corso degli anni dagli studenti.

A introdurre il Curriculum è stata la Legge 107 del 2015 e, in seguito, a disciplinarlo è giunto il Decreto legislativo 62 del 2017.

A renderlo realtà, da quest’anno, è stata l’ordinanza n. 53 del 3 marzo 2021 “Esami di Stato nel secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2020/2021”. Clicca qui per saperne di più. Le istruzioni operative sono contenute nella nota prot.n.7116.

Recentemente, il Ministero ha inoltrato a tutte le Istituzioni interessate una nota contenente le indicazioni operative utili al rilascio del Curriculum dello studente che si allega al Diploma una volta terminato l’esame di Stato del II ciclo.

LE DIVERSE FASI

  1. a) Abilitazione docenti/studenti

Nella sezione “Curriculum dello studente” all’interno dell’area SIDI “Alunni-Gestione Alunni” le segreterie scolastiche hanno a disposizione la voce “Abilitazione” per abilitare docenti e studenti all’accesso alle funzioni loro dedicate. Una volta abilitati, dal sito curriculumstudente.istruzione.it  i docenti possono accedere, con le proprie credenziali di accesso all’area riservata del Ministero, alla piattaforma “Curriculum dello studente” e visualizzare il Curriculum degli studenti delle proprie classi. E’ opportuno abilitare anche commissari d’esame, in particolare ai docenti di riferimento appositamente indicati per accompagnare ciascun candidato nella stesura dell’elaborato.

  1. b) Consolidamento pre-esame

Il consolidamento pre-esame deve essere effettuato dopo lo svolgimento delle operazioni propedeutiche all’esame di Stato riguardanti la presentazione dei candidati (nelle modalità che saranno indicate dalla consueta Nota della Direzione generale per i sistemi informativi e la statistica) e prima dell’insediamento delle Commissioni d’esame. In tal modo, vengono inserite nel

Curriculum le informazioni relative al credito scolastico e messe a disposizione della Commissione tramite l’applicativo “Commissione web” oppure, nel caso la Commissione sia impossibilitata ad avvalersi di tale applicativo, in formato digitale nelle modalità che la segreteria scolastica abbia ritenuto più opportune. Sia i docenti che gli studenti (oltre alla segreteria) completano le parti a loro riservate. Gli studenti devono compilare la  parte terza, in cui possono mettere in evidenza le esperienze più significative compiute in ambito extrascolastico, con particolare attenzione a quelle che possono essere valorizzate nell’elaborato e nello svolgimento del colloquio.

I candidati esterni procedono con la compilazione del Curriculum prima di sostenere l’esame preliminare; il loro Curriculum verrà consolidato dalle segreterie solo in caso di ammissione all’esame.

  1. c) Consolidamento post-esame

Concluso l’esame di Stato, quando è disponibile il numero identificativo del diploma rilasciato, le scuole devono consolidare definitivamente il Curriculum dello studente, arricchito anche con le informazioni inerenti all’esito conseguito. A seguito del consolidamento post-esame il Curriculum viene messo a disposizione degli studenti nella sua versione definitiva all’interno della piattaforma “Curriculum dello studente”, senza alcun’altra azione a carico delle segreterie e senza più la necessità di procedere, come negli anni precedenti, alla stampa e alla consegna del documento assieme al diploma.

SUPPLEMENTO EUROPASS AL CERTIFICATO

Assieme al diploma e al Curriculum dello studente, le istituzioni scolastiche rilasciano, ai sensi della normativa U.E., anche il Supplemento Europass al certificato, anch’esso collegato in maniera univoca al diploma tramite il riferimento al numero identificativo di quest’ultimo e contenente informazioni in parte già presenti nella sezione “Titolo di studio” del Curriculum. l “Supplemento Europass al Certificato” descrive in modo standard ciascun percorso e indirizzo ufficiale di istruzione secondaria di secondo grado , consentendo di dare sinteticamente trasparenza ai titoli di studio in termini soprattutto di competenze attese e di possibili sbocchi professionali, si ribadisce che esso costituisce un complemento del diploma finale e del certificato conclusivo del diplomato, e che non rappresenta invece una certificazione delle competenze acquisite dai singoli diplomati.

Il Supplemento si aggiunge inoltre agli altri documenti del portafoglio Europass (Curriculum Vitae, Europass Mobilit, Passaporto delle lingue, Supplemento al Diploma) previsti dall’Unione Europea per facilitare l’inserimento nel lavoro e la mobilità in generale anche al di fuori del paese in cui il titolo di studio è stato conseguito. I Supplementi Europass al Certificato (con l’avvertenza che il certificato corrisponde, nella terminologia condivisa dai Paesi Europei, al diploma italiano di scuola secondaria di secondo grado) sono stati elaborati per l’Italia dal MIUR e dal Centro Nazionale Europass presso l’Isfol. I Supplementi, distinti per istruzione liceale, tecnica e professionale, dei nuovi ordinamenti e delle vigenti sperimentazioni, saranno gradualmente in visione fin da ora per le scuole, dapprima in lingua italiana e nella lingua in cui si svolge l’insegnamento, e poi nella traduzione in inglese.

INDICAZIONI PER LE COMMISSIONI

Nel corso della riunione preliminare ogni sottocommissione prende in esame, tra i vari atti e documenti relativi ai candidati, anche “la documentazione relativa al percorso scolastico degli stessi al fine dello svolgimento del colloquio” (O.M. 53/2021, art. 16, c. 6), in cui è incluso il Curriculum dello studente, e definisce le modalità di conduzione del colloquio (O.M. 53/2021, art. 16, c. 8), in cui “tiene conto delle informazioni contenute nel Curriculum dello studente” (O.M. 53/2021, art. 17, c. 4). L’esame del curriculum rappresenta un momento molto significativo perché può avere un ruolo anche nella predisposizione e nell’assegnazione dei materiali da sottoporre ai candidati.

Leggi l’articolo dedicato: Curriculum dello studente arriva alla maturità: ecco cosa devono fare scuola, studenti e commissione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *